Casa del popolo

arte e cultura | storia e tradizioni | personaggi | progetti

Prima in Carnia, seconda in Friuli e tra le primissime a livello nazionale la Casa del Popolo di Prato Carnico caratterizza ancora la frazione di Pieria e oggi è centro di incontro e di servizi per gli abitanti della vallata ma anche di ricettività turistica. 

Alla fine del 1800 in Carnia hanno iniziato a svilupparsi numerose forme di associazione e cooperazione dove la comunità si riuniva liberamente per risolvere problemi e studiare forme di reciproco aiuto. Per queste idee progressiste Prato Carnico è stato un modello per la Carnia questo dovuto anche alla consistente emigrazione che ha permesso di conoscere realtà, anche estere, molto emancipate e all’avanguardia.
“Oscuri lavoratori e ammirabili benefattori diedero vita ad un’idea progressista senza eguali, creando, mattone dopo mattone, la sede naturale delle istituzioni laiche prefiggendosi la tutela giuridica, il miglioramento economico, morale ed intellettuale dei meno abbienti” viene così inaugurata, il 2 febbraio 1913, in una domenica fredda e nevosa, la Casa del Popolo di Prato Carnico ampliata poi verso Nord nel 1947.
La Casa del Popolo è stata la sede del Circolo educativo democratico poi sezione n. 267 del partito Socialista Italiano, della Società Operaia

 di Mutuo Soccorso, della Cooperativa di consumo, della Società Filarmonica e Filodrammatica e del Circolo agricolo.
Nel 1930 è stata trasformata in “Casa del Littorio” per tornare nel 1943 ai suoi fondatori. Gli ultimi lavori di ristrutturazione, voluti dal Comune di Prato Carnico, divenuto proprietario nel 2004, hanno lasciato intatta la struttura originaria e portato a nuovo splendore gli affreschi del salone storico. Ora l’edificio ospita un bar al pianterreno, delle camere per la ricettività turistica e il salone dove si svolgono mostre, convegni e anche matrimoni.
All’ultimo piano trova spazio la biblioteca intitolata al Sen. Dott. Fermo Solari (cliccabile rimanda alla scheda di Fermo Solari) che custodisce gelosamente l’archivio storico della Casa del Popolo riordinato nel 1997 grazie alla sensibilità di Bianca Marini, vedova del senatore Fermo Solari, che ha finanziato l’iniziativa.

Indirizzo

Frazione Pieria, 93
Prato Carnico (UD)