1. Val Pesarina
  2. /
  3. Esplora
  4. /
  5. Itinerari
  6. /
  7. Il sentiero degli animali...

Il sentiero degli animali selvatici
Il “TROI DAI SALVADIS”

esplora | luoghi | itinerari

Lupi, orsi, linci e cervi sono alcune delle installazioni collocate lungo il percorso didattico pensato per la comunità, turisti e scolaresche che vogliono conoscere alcune specie presenti in vallata per una corretta e sostenibile convivenza tra uomo e fauna locale.

Itinerario

60 min circa • 4.5 Km219 m salita 210 m discesa

Nell’ambito del progetto “HUBITAT rete transfrontaliera per la conservazione e valorizzazione degli habitat montani” sono stati progettati e realizzati specifici percorsi tematici utili a trasmettere informazioni corrette relative ad alcune specie animali presenti sul territorio e appositamente selezionate. 
I sentieri si caratterizzano per la presenza di installazioni fisse a basso impatto ambientale con sagome che rappresentano alcuni animali a grandezza naturale presenti negli habitat di riferimento. 
Una rappresentazione che incuriosisce il visitatore e lo stimola alla ricerca delle altre sagome presenti lungo il percorso osservando così anche gli ambienti in cui sono collocate.

Il “Troi dai Salvadis” (Sentiero degli animali selvatici) si sviluppa a Nord dell’abitato di Prato tra i borghi di Prico e Luch e attraversa boschi di faggio, castagno, abete rosso, piccole radure e prati da sfalcio. Nel passeggiare ci si imbatte anche in alcuni stavoli, (costruzioni rurali) testimonianza dell’intensa attività agrosilvopastorale che in passato ha caratterizzato questi luoghi.

Lungo il tracciato si osservano le sagome di animali che abitano la vallata e la cui conoscenza risulta indispensabile per una corretta convivenza. L’attenzione è stata rivolta a specie di interesse conservatoristico che possono generare conflittualità con l’uomo come l’orso e il lupo, a specie impattanti sull’agricoltura di montagna come il cervo, a specie cui bisogna garantire la conservazione come la lince, il gatto selvatico e lo sciacallo dorato ed infine a specie ombrello rappresentative dell’integrità degli habitat boschivi montani come il gallo cedrone. 
Circa a metà strada si trova un’area attrezzata dove riposarsi e magari fare uno spuntino. Qui è anche installato un pannello illustrativo con tutte le informazioni utili del progetto. 

Il progetto “HUBITAT rete transfrontaliera per la conservazione e valorizzazione degli habitat montani” si inserisce nell’ambito del finanziamento dell’Unione Europea – Interreg Italia – Austria 2014 – 2020 e vede coinvolti i comuni di Tarvisio, Feistritz an der Gail e Prato Carnico situati tra le Alpi Carniche e Giulie in un’area montana caratterizzata ancora da un buon grado di naturalità e da un elevato livello di biodiversità. 

Scarica:

Flora e fauna protette della regione Friuli Venezia Giulia potete consultarle, cliccando qui.

Si consiglia:

Indossare calzature
adeguate al tipo
di percorso.

Prestare attenzione
nei tratti con fondo sterrato
in caso di piogge
nei giorni precedenti.

Portare a casa ogni tipo
di rifiuto e di preservare
al meglio possibile
i luoghi attraversati.

Lasciare l’auto nel parcheggio della frazione di Prico. 
Il tracciato, ad anello, può essere percorso anche partendo dalla borgata di Luch raggiungibile in auto da Sostasio. 

Indirizzo

Frazione Prico
33020 UD