1. Val Pesarina
  2. /
  3. Esplora
  4. /
  5. Itinerari
  6. /
  7. Via delle malghe

Via delle malghe

esplora | luoghi | itinerari

Vita in malga: riti e saperi tramandati con orgoglio di generazione in generazione

La via delle malghe: una rete di mulattiere e strade sterrate che si sviluppa tra i comuni di Ovaro, Sauris e Prato Carnico e che collega i fondovalle con le malghe che si trovano di solito ad una quota superiore i 1500 m..

Ma che cosa sono le malghe? Le possiamo immaginare come “la casa di vacanze delle mucche”. Ogni complesso malghivo si articola in quattro ambienti: il pascolo, l’abbeveratoio, la stalla e la casera, piccola costruzione in pietra, con il tetto in scandole, comprendente un edificio per la caseificazione e per l’alloggio di pastori, malgari e famiglia.

La monticazione, l’ascesa del bestiame ai pascoli in quota, avviene verso la metà di giugno. Verso la metà di settembre c’è la discesa a valle, demonticazione. Nel periodo dell’alpeggio le terre alte si popolano di vacche, pecore e capre che convivono con i naturali frequentatori delle aree alpine.

La monticazione prevede delle antiche ritualità: i pastori sistemano i collari al bestiame e le mucche vengono ornate con ghirlande di fiori profumati. Ad un segnale del primo pastore la mandria si mette in moto lentamente accompagnata dal festoso concerto di campanelli e campanacci.

La lavorazione del latte viene garantita dal malgaro affiancato da più collaboratori che hanno una loro specializzazione in base all’età e all’esperienza.

Dalle sue mani e dall’arte tramandata di generazione in generazione nascono saporiti formaggi, burro e ricotte grazie all’aiuto di strumenti tradizionali come lo spino (“la glova”), la lira (“ghitara”) e la caldaia sospesa in rame (“la cjalderie”). Completano gli strumenti da lavoro i teli per il formaggio (“teles dal çuç”) e i sacchetti della ricotta (“sachets da scueta”). La varietà dei terreni, della vegetazione e il microclima che caratterizzano ogni singola malga si rispecchiano nei sapori e nel profumo dei prodotti. Prodotti che possono essere acquistati e assaggiati nelle varie strutture alcune delle quali hanno anche punti di ristoro e pernottamento.

In Val Pesarina 2 sono i principali imbocchi per accedere alla “via delle malghe”: uno parte dal ponte di Arceons (1 Km dopo l’abitato di Pesariis), l’altro dalla località Pradibosco (stazione a valle della pista di discesa).

I tracciati sono segnalati e percorribili a piedi e in mountain bike.

Alcune malghe del territorio sono raggiungibili anche con i mezzi fuoristrada su tracciati sterrati tenendo presente che la carreggiata può essere stretta, dissestata e con pendenze accentuate. Si consiglia di verificare di volta in volta l’accessibilità alla malga informandosi presso gli uffici turistici di zona o contattando direttamente la struttura. Il transito è disciplinato dalla L.R. 15/91 visibile a questo link).

Per avere tutte le informazioni sui luoghi, i contatti, i servizi offerti, la viabilità e l’accessibilità alle malghe della regione consultate il sito: www.malghefvg.it .

Flora e fauna protette della regione Friuli Venezia Giulia, consultabile in questo link .