1. Val Pesarina
  2. /
  3. Eventi
  4. /
  5. Eventi autunno-inverno

Eventi autunno inverno

eventi

Iniziative ed eventi tramandati da generazioni permettono di entrare in punta di piedi in quelle che sono le tradizioni della Val Pesarina.

Il tradizionale “Mercjât da Prât”, (il mercato di Prato), uno dei più antichi assieme a quello di San Martino ad Ovaro si svolge nella ricorrenza del 4 novembre. Il mercato nei tempi andati permetteva di fare le scorte dei prodotti che servivano per l’inverno ed era anche il momento di chiusura dei lavori nelle campagne. Oggi il tradizionale mercato è una giornata di festa, diversa dalle altre, da trascorrere in compagnia, dove si degustano i piatti tipici della tradizione a suon di musica. 

Nei mesi invernali non mancano gli appuntamenti con la cultura: mostre, presentazioni di libri, rassegne teatrali e musicali che fanno riscoprire le tradizioni, riflettere sui temi di attualità e trascorrere momenti di condivisione e divertimento. 

Il periodo natalizio si caratterizza per la rassegna “Nadâl in Cjanâl”: iniziative, manifestazioni ed eventi organizzati per i visitatori e gli abitanti della valle. Si inizia la vigilia di Natale quando i bambini presenti in vallata sono in trepidante attesa dell’arrivo di Babbo Natale che distribuisce loro i regali e recita la “raganissa” (filastrocca) con i buoni propositi per le bambine e i bambini. Una tradizione che arriva dall’altro secolo. 

“La notte delle candele”, l’evento di beneficenza che viene ospitato la sera del 28 dicembre ogni anno in una diversa frazione del comune. I partecipanti, al lume di candela, si incamminano lungo le vie del borgo attraverso un percorso illuminato solo da bracieri e torce rivivendo così suggestioni dei tempi in cui non c’era l’energia elettrica scoprendo angoli e scorci di solito “nascosti”.

Tradizione dei frazionisti di Prato e Prico è festeggiare “San Bastian” (S. Sebastiano) il 20 gennaio di ogni anno con un incontro conviviale e comunitario.

Il 14 febbraio, nella chiesa di San Leonardo (clicca qui per visualizzare la scheda) ad Osais si festeggia San Valentino. In mattinata si celebra la santa messa con la benedizione del tipico pane a forma di “8” preparato per l’occasione.

Sempre ad Osais a metà Quaresima, c’è “I brusin la Vecja” (bruciamo la vecchia) rito propiziatorio dove viene bruciato un fantoccio realizzato con foglie e canne del granoturco. Il fuoco, accompagnato dal suono di campanelli e campanacci, ha un significato divinatorio, esorcizza gli spiriti maligni e augura un raccolto propizio per la nuova stagione. Al termine alcuni resti del fuoco vengono depositati sulla soglia di casa della donna più anziana del paese in segno di buon auspicio.

Per rimanere sempre aggiornati su cosa succede in vallata seguite la nostra pagina Facebook Ufficio Turistico di Prato Carnico (clicca qui) e vi aspettiamo in ufficio turistico (clicca qui per visualizzare la scheda) presso il Palazzo della Pesa a Pesariis.

©FRANCO CASALI